Background

Agerola tra la Costiera Amalfitana, Amalfi Positano e Dintorni

Agerola, il fascino della montagna a picco sul mare, un'oasi di pace adagiata su un promontorio che dà sulla Costiera Amalfitana, alle spalle del Parco dei Monti Lattari. Nota sin dall'antichità per l'amenità del paesaggio, l'aria salubre, il clima mite, la genuinità e la tradizione della gastronomia locale, è la meta ideale per trascorrere una piacevole vacanza, accolti dal calore e dall'ospitalità degli abitanti e il migliore punto di partenza per scoprire le mete più prestigiose del turismo balneare e culturale della Campania: Amalfi, Ravello, Vietri Sul Mare, Positano, Sorrento e le isole di Capri e di Ischia. Per un sorprendente tuffo nel passato, Agerola è il trait d'union perfetto per raggiungere Pompei, Ercolano, Il Parco del Vesuvio e Napoli, luoghi straordinari dalla cultura millenaria.

Agerola è un incantevole paese a forma di ferro di cavallo, le cui spalle sono protette dalla catena dei Monti Lattari, e che si affaccia a picco sul mare dell'incantevole Costiera Amalfitana. Agerola, dalla sua favorevole posizione a 650 m sul mare gode di un superbo panorama che va dal golfo di Salerno a Punta Campanella, sino all'Isola di Capri con i suoi Faraglioni. Nota sin dai tempi dei romani per la produzione di latte, cui il medico Galeno attribuiva rilevanti proprietà curative, è stata per secoli una via di comunicazione importante tra la Repubblica di Amalfi e il Regno di Napoli. Centro fiorente dell'artigianato sin dal Medioevo, noto per la produzione della seta, dell'acqua di rose e nel commercio di prodotti rinomati ancora oggi: caseari (fior di latte, scamorza, Provolone del Monaco), salumi e prodotti da forno di cui il panificio di famiglia è produttore da 5 generazioni(taralli, biscotti di pane nero). La fertilità del territorio ha consentito nei secoli la produzione di generi ortofrutticoli dal sapore e dal gusto incomparabili comprese delle varietà, dai nomi pittoreschi, altrove quasi ovunque scomparse:pere pennate e mastantuono, mele limoncelle e limoncellone, cancavone, melo 'o re, fichi andreuccia, fagioli munaciello e patate rosse.

L'istituzione del Parco dei Monti Lattari tutela alcune specie vegetali e animali in via d'estinzione, nonché alcuni dei percorsi escursionistici più belli d'Italia, con panorami mozzafiato sulla Costiera Amalfitana, sul Golfo di Salerno e Napoli. Agerola è il nome che unisce la storia delle sue secolari frazioni: San Lazzaro, Campora, Ponte, Pianillo e Bomerano, formano insieme quel connubio di arte, tradizione, folklore, che hanno creato l'eccezionalità di questo paese. Paese di boschi di querce e di castagni, di campi terrazzati e vigneti, di tetti rossi spioventi e di campanili, racchiude nelle sue antiche chiese i principali tesori artistici e dal 2012 gran parte della sua tradizione storica e artigianale si può ammirare nel Museo etnografico della Casa della Corte di Pianillo, un edificio che racchiude tra le sue mura le fasi più importanti della storia Agerolese. L'amenità dei paesaggi e degli straordinari panorami, l'aria rigogliosa e il clima piacevolmente fresco in estate ha da secoli attirato viaggiatori, turisti, musicisti e scrittori tra i quali Francesco Cilea, Salvatore Di Giacomo ed Emilio Scaglione che nelle loro musiche e nei loro versi hanno racchiuso la preziosità di questo luogo.

Zoom
Panorama Agerola in provincia di Napoli
Zoom
Vista Agerola in provincia di Napoli
Zoom
Panorama di Agerola sul mare della Costiera Amalfitana
Zoom
Agerola sul mare della Costiera Amalfitana
Zoom
Agerola